Crea sito

Risotto zucca e provola

Un ottimo modo di gustare la zucca è quello di impiegarla nel risotto, che insieme alla provola dà origine ad un piatto molto gustoso  ma delicato. A secondo del risultato che vogliamo ottenere procederemo ad inserire la zucca a dadi o in crema; se preferiamo un risotto cremoso e di colore decisamente arancio inseriremo la zucca cotta e passata al mixer, se invece vogliamo ottenere un risotto prevalentemente più bianco che arancio useremo la zucca tagliata in dadi piccoli.Detto questo continuiamo con la ricetta che per qusta volta ho scelto di utilizzare a dadini. La scelta del riso è caduta su un Carnaroli, ma c’è da dire che che si possono usare altre tipi di riso superfino che abbiano un buon contenuto di amido.

Ti è piaciuta la ricetta ? Seguimi anche su fb cliccando qui  Magie ai fornelli  e spuntando  le voci “mi piace” e “ricevi le notifiche ”  non perderai alcuna novità !

In proposito lascio due righe sull’argomento riso

In Italia le varietà di riso coltivate sono circa sessanta, ma molte meno quelle commercializzate. Il riso prodotto nel nostro Paese viene suddiviso in 4 gruppi: comune, semifino, fino e superfino. E la classificazione avviene secondo la lunghezza del chicco. Al gruppo “comune” appartengono le varietà Balilla e Originario con chicchi piccoli e tondi (5,5 mm) e un tempo di cottura breve: dai 10 ai 12 minuti. Sono adatti per minestre e dolci.

Nel gruppo del “semifino” entrano: il Rosa Marchetti, il Lido, il Vialone nano, il Padano o Maratelli. Questi risi hanno chicchi tondi di media grossezza (5,5 – 6,4 mm) e sono adatti per minestre, riso all’inglese e pilaf. Cuociono in circa 15 minuti. Tra i “fini” troviamo: il Sant’Andrea e il Ribe. Sono ideali per minestre, riso all’inglese e risotti all’onda. I chicchi sono lunghi e affusolati (oltre i 6,4 mm): il tempo di cottura è di circa 16 minuti.Tra i “superfini” troviamo il Roma e il Baldo, il Carnaroli e l’Arborio: hanno chicchi grossi e lunghi (oltre 6,4 mm)

Risotto zucca e provolaIngredienti per 4  : gr 250 di riso superfino Carnaroli – Gr 400 di zucca – gr 150 di provola fresca affumicata in dadi – 1 scalogno ( oppure mezza cipolla piccola affettata e uno spicchio di aglio ) 2 cucchiai olio extra v.o. una noce di burro – 1 litro di brodo vegetale non salato -foglie di salvia .

Procedimento : Far appassire in un tegame largo e basso la cipolla e lo spicchio di aglio che subito eliminiamo dopo, versiamo il riso e lasciamolo intridere bene quando sarà traslucido uniamo la zucca tagliata a dadini e un mestolo di brodo bollente, lasciare cuocere a fuoco abbastanza vivace e portare a cottura (circa 15 minuti ) aggiungendo il rimanente brodo di tanto in tanto, tenendo conto che a fine cottura deve risulre abbastanza asciutto, ma non secco; togliere dal fuoco e aggiungere una noce di burro.Un test utile perconoscere la cottura perfetta è quello di inclinare il piatto, il riso scendendo su di un lato deve formare come delle onde. A questo punto aggiungere la provola tagliata in dadi piccoli mescolare velocemente, mettere anche le foglie di salvia, impiattare e servire subito .

Buon gusto !!

 

 

 

 

Tags:,

Autore:magie ai fornelli

Benvenuti tra i miei fornelli ! Ex stilista di moda,provengo da studi artistici,l'interesse per l'arte in tutte le sue forme non mi ha mai abbandonato ma anche l'amore per l'arte culinaria ha avuto il suo corso fino a diventare cuoca in affitto e poi foodblogger, dando vita a Magie ai fornelli. La mia è una cucina "tradizionalmente moderna" dove si intrecciano gusto e creativita' attraverso una ricerca e selezione di prodotti e materie prime dello spendido territorio italiano e soprattutto Campano che impiego nel dolce,nel salato e nei lievitati. Nutro un grande rispetto per la tradizione ma non disdegno di sperimentare accostamenti e sapori nuovi, inoltre ho una forte debole per il vegetale e l'esotico,partecipo ad eventi e programmi televisivi.Insomma ... magicamente sono un po' ovunque con le mie alchimie di cucina !

I commenti sono chiusi.