Crea sito

Angel cake (torta americana)

L’ Angel cake,da non confondere con la Chiffon Cake sua parente famosa, ovvero la torta americana come la chiamano in molti è da un po’ che è sbarcata nel nostro Paese insieme a tanti altri dolci dolcetti ( e usanze aggiungerei io) venduti nelle tante American Bakery di moda ormai  presenti in mlte città.Un dolce semplicissimo e da colazione,leggerissimo perchè non contiene grassi  e di un buono infinito,da consumare così come è,anche se spesso è completata con crema l burro (che io non ci ho messo ) .Personalmente non sono un amante del genere, sarà perchè spesso impiegano dosi massicce di burro e zucchero o sarà perchè l’incontro e l’assaggio con essi non è stato molto felice.Ricordo  l’entusiasmo che mi portò ad entrare in una delle primeAmerican Bakery era a Milano, dopo tanta scelta mi sedetti per gustare la mia fetta di dolce…ebbene  dopo due forchettine ci rinunciai,era di un dolce imbarazzante,burrosa ai limiti; non mi restò altro che berci sopra un bel bicchiere di acqua per mandar via quel sapore;ma siccome è tutto soggettivo,momentaneo,variabile,e questione di gusti, non ho smesso di provare esplorare la pasticceria d’oltreoceano;ho pensato che sicuramente salterà qualcosa fuori prima o poi  per poter offrirvi qualche delizia in più.

Ma non ci perdiamo ritorniamo alla Angel, è una ciambella molto alta e sofficcissima,una nuvola direi,la particolarità sta negli ingredienti perchè si utilizzzano solo albumi,quindi o acquistate i brik di albumi al supermercato o il giorno che decidete per l’Angel cake preparerete crema pasticcera e frittate ! L’altra particolarità sta nello stampo si  utilizza lo stampo della Chiffon cake,uno stampo molto alto a ciambella con il centro conico e stretto e dei piedini sulla circonferenza del bordo che servono per farla raffreddare rovesciata quando si sforna,altro particolare è che lo stampo NON si unge e ha il fondo amovibile. Per ovviare al fatto che non si possa trovare lo stampo (lo si trova on line o negozi casalinghi forniti, o iper- supermercati,la Conad anche nei periodi natalizi lo espone ) si può utilizzare uno stampo a ciambella comune alto inserire della carta forno nella circonferenza dei bordi per aumentare l’altezza,come se fosse una parete;e poi una volta sfornata capovolgerla inserendo il buco centrale sul collo di una bottiglia per lasciarla raffreddare.Deve raffreddare così proprio per mantenere la sua sofficità data dall’impiego di soli albumi .Ma ora passiamo alla ricetta molto semplice.

Le dosi sono quelle del maestro Luca Montersino

Ti è piaciuta la ricetta ? Seguimi anche su fb cliccando qui Magie ai fornelli e spuntando le voci “mi piace” e “ricevi le notifiche ” non perderai alcuna novità !

Angel cake (torta americana )

angel cake

Nota : Lo zucchero non è un errore,è inserito 2 volte – per farina debole potete orientarvi su quella indicata per dolci,o una “oo” – le uova devono essere come sempre a temperatura ambiente,toglietele dal frigo 2 ore prima  o scaldateli una volta sgusciati intorno ai 40° -le fruste ben pulite e sgrassate come la ciotola,altrimenti gli albumi non monteranno bene.

Ingredienti  per uno stampo di cm  25     : Gr 360 di albumi – gr 200 di zucchero semolato – grammi 150 di zucchero semplato – gr 150 di farina debole 180 W –  gr 5 di cremore di tartaro (agente lievitante che trovate nei negozi specializzati o super o farmacia ) o lievito in polvere per dolci – gr 10 di liquore amaretto  – buccia di limone grattugiata – 2 gr di sale  – bacca di vainiglia  –

Procedimento: In una contenitore o planetaria inserite gli albumi iniziate a montare con le fruste e dopo qualche secondo aggiungete 200 gr di zucchero, montate bene a neve fino a quando diventeranno ben lucidi e corposi,ora da parte miscelate  altro zucchero,il lievito,la buccia di limone grattugiata lavainiglia il sale incorporateli agli albumi delicatamente con movimenti dalll’alto  verso il bassoterminata l’operazione aggiungete la farina setacciata sempre allo stesso modo delicato,un po’ per volta vi sarà più agevole,poi unite il liquore mescolate e distribuite nello stampo,occuperà gran parte dello stampo (foto ) ,non crescerà eccessivamente in cottura,livellate tutto e passate una lama di coltelloall’interno del dolce come se volesse disegnare cerchi concentrici,serve per eliminare eventuali bolle di aria. Infornate a 180° forno preriscaldato statico per 40 /45 minuti,non sarà troppo scuro il risultato,fate prova stecchino dopo 40 minuti,prima non aprite il forno ! Quando sarò cotto sfornate la Angel Cake  e capovolgetela subito se avete lo stampo adatto,altrimenti procedete delicatamente come spiegato in precedenza. Deve raffreddare completamente circa 2 ore almeno,dopodichè con una lama staccherete dalle pareti (nn sarà complicato ) la circonferenza del dolce per sformarlo (foto ) .Servite spolverizzato di zucchero a velo,si mantiene per diversi giorni protetto da pellicola .

 

Tags:, , ,

Autore:magie ai fornelli

Benvenuti tra i miei fornelli ! Ex stilista di moda,provengo da studi artistici,l’interesse per l’arte in tutte le sue forme non mi ha mai abbandonato ma anche l’amore per l’arte culinaria ha avuto il suo corso fino a diventare cuoca in affitto e poi foodblogger, dando vita a Magie ai fornelli.
La mia è una cucina “tradizionalmente moderna” dove si intrecciano gusto e creativita’ attraverso una ricerca e selezione di prodotti e materie prime dello spendido territorio italiano e soprattutto Campano che impiego nel dolce,nel salato e nei lievitati.
Nutro un grande rispetto per la tradizione ma non disdegno di sperimentare accostamenti e sapori nuovi, inoltre ho una forte debole per il vegetale e l’esotico,partecipo ad eventi e programmi televisivi.Insomma … magicamente sono un po’ ovunque con le mie alchimie di cucina !

2 risposte a “Angel cake (torta americana)”

  1. francesca
    13 dicembre 2015 a 14:56 #

    salve , ho eseguito la ricetta alla lettera, ma non cresce cosi alta .vorrei capire quale possa essere il problema. l’ho cotta con il forno ventilato a 180 . grazie!!!!!

    • 13 dicembre 2015 a 16:58 #

      Ciao Francesca,nella ricetta ho scritto forno preriscaldato statico,non solo non è adatto ventilato ,comunque usando la ventilazione avresti dovuto mettere la temperatura a 160° perchè la funzione ventilata a parità di gradi con lo statico fa risultare il forno più caldo di 20° in più.Quando do scelta tra le due funzioni lo specifico sempre .Questo tipo di dolce esige quella temperatura moderata .
      Il motivo per cui cresce così alta è che essendo formata da solo albumi montati (perfettamente a neve ) quindi ingloba molta aria,la fase molto delicata è quando si incorparano gli ingredienti,debve essere eseguita delicatamente dal basso verso l’alto per non smontare gli albumi e perdere aria acquisita,lo
      stampo era della stessa misura? Se fosse stato più grande il quantitativo in ricetta non sarebbe bastato per farla arrivare molto in alto. Ultimo punto che potrebbe darti un risultato non soddisfacente è quando si unge Non deve essere unto lo stampo .Spero di esserti stata di aiuto,grazie per avermi scritta; per qualsiasi dubbio sarà un piacere risponderti . Buona serata