Crea sito
Archivio | Biscotti RSS feed per questa sezione

Krumiri all’arancia e scaglie di cioccolato

Leggeri e friabili i Krumiri sono dei biscotti tipici di Casale Monferrato, inventati da Domenico Rossi nel 1878. nello stesso anno in cui morì Vittorio Emanuele II. Sembra che la loro forma i sia dovuta proprio ai caratteristici baffi “a manubrio” portati dal Re.Per quanto riguarda il nome invece non si conosce bene l’origine, potrebbe derivare dal nome della tribù tunisina le cui spade erano a mezzaluna o dal nome di un liquore che spesso accompagnava questi biscotti.Nella ricetta tradizionale dei Krumiri troviamo la farina di mais, zucchero, uova e burro.In questa friabile versione c’è farina di riso e mi è piaciuto inserire l’aroma d’arancia e le scaglie di cioccolato;risultato ?Buonissimi sono stati largamente apprezzati ! 🙂 Con le dosi che trovate qui otterrete una trentina di Krumiri,alla forma classica ho unito quella dei semplici bastoncini,voi fate come preferite.Munitevi di sacco a poche,bocchetta a stella non piccola,circa 1 cm e… tanta voglia di mangiarli !

Continua a leggere

Canestrelli

L’origine dei canestrelli è assai antica. La loro produzione era diffusa nel nostro paese già nel medioevo; a Cerere venivano offerte ciambelle impastate per propiziare la fertilità e l’abbondanza dei raccolti:Secondo le testimonianze pervenuteci, il nome “canestrello” deriverebbe dal termine “canestro”,un cesto di paglia o vimini dove si ponevano a freddare i pasticcini dopo la cottura e dove si conservavano per poi offrirli agli ospiti. Secondo altre ipotesi, questi biscotti derivano la loro forma rotonda con il buco al centro dall’abitudine, presso le antiche feste paesane, di esporli infilati in uno spago come allegri festoni. E’ un dolce di pasta frolla molto sottile, fragile,con la caratteristica forma a fiore che li distingue. Le varità sono molte ed anche la provenienza ci sono quelli Liguri e e quelli Piemontesi che si differenziano anche per il loro contenuto di nocciole e nel nome : Le margherite di Stresa che pare furono create dal pasticcere Pier Antonio Bolongaro nel 1857 per la prima comunione della principessa Margherita di Savoia. Quindi le origini sono differenti ma la forma è uguale gli ingredienti quasi,nei canestrelli vengono impastati con le uova sode,e nelle margherita uova crude . I risultati sono incredibili ed eccellenti un pasticcino quasi,impalpabile e leggero adatto a tutte le ore del giorno ! Magico ! Da provare a farli assolutamente,sono semplici da preparare 🙂

Continua a leggere

Biscotti all’amarena

Sapore d’infanzia li potrei anche chiamare io dato che per moltissimo di noi è stato il pasticcino -biscotto per eccellenza,quello che ci tentava da dietro i vetri delle pasticcerie,quando si passeggiava la domenica mattina tanto per intenderci.I biscotti all’amarena sono di tradizione partenopea e nascono dall’esigenza delle pasticcerie di riciclare ritagli e materiale in esubero,inventando così questo involucro, di pasta frolla che contiene per l’appunto l’impasto di pan di spagna ed altri pasticcini con l’aggiunta di confettura di amarene e cacao e aromatizzato con liquore;una vera delizia ! Una volta preparati si conservano anche 15 giorni,quindi non vi resta che mettervi all’opera ! Qui di seguito troverete tutte le spiegazioni dettagliate con le foto dei passaggi per realizzarli .

La grandezza dei biscotti classica è piuttosto grande, una decina di centimetri per una larghezza di tre centimetri e mezzo circa;ovviamente potrete realizzarli come preferite anche mignon.

Continua a leggere

Le Madeleine

Si Le Madeleine sono proprio quelle… loro,i morbidi pasticcini con la tipica forma a conchiglia,quelli che da sempre ci seducono con il loro profumo di buono e la loro consistenza avvolgente e sbriciolosa,quelli che è impossibile mangiarne uno solo,sono come le ciliegie. .. vanno mangiati in serie !

Il loro nome proviene da Madeleine Paulmier e pare gli fu dato da Luigi XV che una volta, assaggiatele allo Chateau de Commercy,gli piacquero così tanto da dargli il nome della pasticceria creatrice. Tutt’oggi sono adorate un po’ da tutti ed era da tanto che volevo provare a prepararle in casa,ed era da tanto anche che avevo acquistato lo stampo,poi come sempre spesso accade si da la precedenza ad altro..e poi ce ne se dimentica per tanto,fino a quando riaffiora alla mente all’improvviso rivedendole da qualche parte. Sono di semplice preparazione e rimangono morbide e buone per molto,basta conservarle in una scatola per biscotti;quindi conviene prepararne in più !

Continua a leggere

Biscotti pasticcino al limone

Non potevo esentarmi dal pubblicare questa ricetta di mrbidi e profumati biscotti al limone che ormai sono è diventata un classico del web;ho pensato che di certo potevano essere graditi anche perchè sono facili e veloci da preparare;li ho testati e ho ritenuto opportuno variarla leggermente nelle dosi riguardanti il limone,per rafforzarne l’aroma, non mi resta che consigliarvi solodi consumarli ben freddi e riposati.

Continua a leggere

Biscottini salati alla paprika affumicata e olive e parmigiano

Friabili biscottini salati preparati con semplice e facile pasta brisèe con aggiunta di parmigiano,paprika affumicata e olive . Oltre ad essere sfiziosi e gustosi sono molto adatti ad accompagnare aperitivi,hanno un aroma e un colore particolare dato dalla paprika affumicata che ho voluto provare proprio perchè si prestava tantissimo in questa preparazione insieme alle olive e al parmigiano.Da provare !

Continua a leggere

I roccocò (ricetta originale )

Il roccocò è uno squisito dolce antico della tradizione napoletana,diciamo pure un biscotto per la sua consistenza,veniva consumato in occasione dell’8 dicembre (giorno dell’ l’Immacolata Concezione) e in tutto il periodo delle festività natalizie;oggi data la loro bontà e richiesta da parte dei turisti nelle pasticcerie sono venduti in tutti i periodi dell’anno.L’antica ricetta pare risalga al 1320 e sia dovuta alle monache del Real Convento della Maddalena. L’etimo della parola roccocò deriva dal termine francese rocaille per via della forma barocca e tondeggiante simile a una conchiglia arrotondata.Ed ora passiamo alla ricetta ! Semplice nella sua lavorazione ma rigorosamente bisogna attenersi all’equilibrio degli ingredienti per ottenere un ottimo roccocò che non sia eccessivamente duro nè morbido.Il diametro classico è di cm 10,io ho preferito ridurre le dimensioni visto che viene consumato sempre a metà perchè dopo pranzo è eccessivo in quella misura 🙂 Buone feste 🙂

Continua a leggere

Biscotti con farina di segale e miele al profumo di zenzero e cannella

Di tanto in tanto una ricettina con ” l’integrale ” ci vuole,spero non dispiaccia,ormai si sa prediligo l’integrale e tutti quegli alimenti che non sono stati privati dei loro nutrienti, subendo talvolta anche processi chimici. Questi biscotti con la segale sono risultati molto gradevoli con la loro nota di miele mista a spezie,conservateli in una scatola di latta,si conserveranno a lungo .

Continua a leggere

Pasticcini alla mandorla (con yogurt )

Morbidi pasticcini al sapore di mandorle,semplici e veloci da preparare,gustosi da prendere accanto al tè ma anche un bel pensiero da regalare,saranno molto graditi 🙂

Continua a leggere

Uno sguardo alle farine

Credo che sia opportuno chiarire un po’ l’argomento farine perchè è importantissimo impiegare farine adatte in cucina, questo spesso è uno tra i motivi del fallimento di ricette. Non esiste una farina universale,ogni pietanza richiede la sua farina.Le infinite varietà di grano si pssono dividere in due categorie : I grani teneri che son destinati alla panificazione e i grani duri,più grossi e pesanti,più nutrienti e ricchi di glutine e vengono quasi esclusivamente macinati per produrre semola (semola di grano duro ) quindi adatto a produrre pasta.

Continua a leggere

Le Chiacchere di Carnevale (frappe )

Come tradizione vuole eccole le protagoniste del Carnevale,ormai tutti le conoscono ognuno ha la propria ricetta, anche io ho la mia collaudata al massimo ,non appiccica quando si stende ,fragrante e profumata nel suo risultato e soprattutto non somiglia ad un biscotto !
Volendo le potete anche cuocere in forno a 200°,ovviamente fritte hanno quel qualcosa in più 🙂

Continua a leggere

Biscotti pasticcini

Morbidi e squisiti cuori di pasticcino con gustosa confettura ai frutti di bosco. Il 14 febbraio ricorre il giorno di S.Valentino non posso esimermi dal dedicarvi qualche preparazione idonea per chi volesse celebrarlo cimentandosi anche ai fornelli, d’altronde la cucina é espressione di amore non credete ?

Continua a leggere

Scopa golosa

Per l’Epifania una simpatica e golosa scopa composta da un rotolo di pasta biscotto bicolore (girella) e frange di pasta frolla alla cannella e un laccio di liquirizia che lega il tutto

Continua a leggere

I Cantucci

I Cantucci sono deliziosi e fragranti biscott i toscani con mandorle che nella tradizione vanno consumati accompagnandoli con del vin santo ,prepararli in casa è semplicissimo ,provate !

Continua a leggere

Gli struffoli

Dopo il Panettone di Milano ed i Cantucci Toscani eccoci a Napoli dove i gustosissimi struffoli sono un’antica tradizione, la loro fragranza ed il magico gusto del miele insieme a quello dei canditi vi indurranno a consumarli come si fa con le ciliegie.. 🙂

Continua a leggere

Biscotti Halloween

Friabili profumati saporiti ma soprattutto un divertimento nel prepararli !

Continua a leggere