Crea sito
Archivio | Primi piatti RSS feed per questa sezione

Lasagne ai funghi e provola

Lasagne bianche le chiamerei anche queste ai funghi e provola perchè la superficie si presenta tutta di besciamella bianca, sono ricche e profumate,potete usare tutti i tipi di funghi che preferite anche di varietà miste; se proprio non avete tempo di preparare le lasagne in casa potete acquistarle pronte sia fresche dal banco frigo che secche; il suggerimento è quello di scottarle comunque in acqua bollente anche se sono del tipo “subito in forno ” il risultato sarà sempre nettamente superiore. Ricordate che potete anche prepararle voi e congelarle per poi procedere come al solito.Per un gusto più intenso potete usare la scamorza affumicata in sstituzione della provola,e magari aggiungere (chiaro che risulteranno più pesanti ) del prosciutto cotto o della pancetta in questo caso passata un po’ in padella.

Continua a leggere

Raviolini del Plin in brodo

I Raviolini del Plin sono un tipo di pasta ripiena tipica del Piemonte.Molto più veloci da preparare rispetto alle altre paste ripiene,quindi adatti anche quando il numero dei commensali non è proprio ristretto.Le foto spero vi siano di aiuto nel capire come vanno preparati
La ricetta che ho scelto per prepararli è quella dello Chef Montersino.
La pasta ripiena ha bisogno di essere più elastica rispetto alla pasta che si fa per tagliolini o per tagliatelle perchè deve gonfiare con all’interno il ripieno e comunque lavorandola si spezza e fuoriesce il ripieno. L’elasticità dell’impasto è dato dal glutine e dall’albume,,ragion per cui per paste ripiene si prevede la presenza di uova intere.
Il vino bianco serve da antiossidante senza l’uovo a contatto con gli enzimi della farina produce un colore verde. E’ comunque importante che la pasta venga preparata per il consumo dell’arco della giornata altrimenti va congelata.
Nel caso in cui si voglia evitare la fase di scongelamento è possibile effettuare un’altra procedura prima del congelamento, detta di “pregelatinizzazione”: la pasta appena fatta va “scottata” in acqua bollente (non lessata, ma solo immersa nell’acqua bollente e scolata subito!) poi scolata, disposta su carta da forno e in seguito congelata. In questo modo sarà possibile estrarla dal freezer e metterla direttamente in pentola a bollire.
Va impiegata una farina debole, con poco glutine ma che abbia elasticità, più di una semola rimacinata di grano duro che viene utilizzata solo per dare più croccantezza all’impasto.

Continua a leggere

Fagioli alla messicana

I fagioli alla messicana sono piatto decisamente squisitamente completo e sostanzioso … scordatevi la leggerezza ! 🙂 Per preparare i fagioli alla messicana generalmente si impiegano fagioli neri o rossi,del peperoncino pomodoro e salsiccia (io ci aggiungo anche del macinato di carne ) .I vegetariani possono seguire la ricetta omettendo le carni,certo non saranno proprio dei “Fagioli alla messicana” ma comunque risulterà un gustoso piatto :). Per prepararli occorrono dei fagioli neri o i cosiddetti fagioli bruni che poi sono rossi,messi in ammollo la sera e lessati il giorno dopo; non è una una ricetta nè complicata ne di lunga cotttura,quindi non vi impegnerà molto ,quindi… buon gusto !

Continua a leggere

Crema di lenticchie e speck

Spesso siamo abituati a consumare i nostri legumi nei modi più tradizionali ma se iniziamo a sperimentare un po’ ci accorgeremo che anche delle piccole variazioni come quella delle consistenze fanno la differenza; infatti provate a preparare ed assaggiare questa crema di lenticchie, le lenticchie cucinate in un modo del tutto semplice e alla fine passate al mixer, la loro consistenza cremosa stupirà il vostro palato con un tocco di delicatezza unica come tutte le creme sanno regalare al palato. Provate anche con altri legumi,magari anche con quelli che non preferite !

Continua a leggere

Genovese di Baccalà

Sua maestà il baccalà ! Uno dei pilastri della cucina partenopea direi,consumato tutto l’anno ma largamente e rigorosamente non pò mancare sulle tavole nelle feste natalizie,fritto o scaldato che sia. Il baccalà non è altro il comune e ben noto merluzzo bianco dell’Oceano Atlantico Settentrionale conservato sotto sale. Questo tipo di processo permette di trasportarlo in luoghi molto lontani e conservarlo molto a lungo,mesi,prima di consumarlo;quindi nel passato era un valido sistema di conservazione, non solo per il baccalà, ma anche per altri tipi di pesce.

Sembra che nel passato (ma ancora tutt’oggi ) i Portoghesi furono tra i maggiori consumatori di baccalà ed i primi ad applicare il metodo della salagione per la conservazione del merluzzo pescato. Furono gli Spagnoli durante la loro dominazione nel XVII secolo,ad introdurlo in Italia; infatti in spagnolo (bacalao) e catalano (bacallà) il suono è simile all’italiano. Oggi esistono in alcune zone partenopee dei veri e propri “Templi ” del baccalà, dove gustarlo in tutte le salse,particolarmente nella zona di Somma Vesuviana. La ricetta che vi propongo oggi è tra quelle di maggior successo,un primo piatto in cui si incontrano due istituzioni Il baccalà e la genovese, un magico connubio;provare per credere. La cipolla che ho impiegato non è una comune cipolla è di alta qualità del tipo ramato,molto dolce che si presta appunto tantissimo a questa preparazione; non solo, è anche una megacipolla, infatti pesa kg 1,200 ! Non è trans genica non preoccupatevi è solo frutto di un sapiente metodo di coltivazione dell’ Azienda Nicola Palladino, che è stata così gentile da regalarmi questo prezioso e raro prodotto; ovviamente potrete preparare la ricetta adattando altre qualità di cipolla .

Continua a leggere

Pasta con zucca pioppini e castagne

Tra alti e bassi di temperature, che lasciano pensare più ad una seconda primavera inoltrata direi, l’autunno è arrivato con il suo carico di frutti color arancio e colori boschivi; quindi le ricette ricche di melanzane,peperoni, e zucchine cedono il passo a quelle ricche di zucca,castagne, funghi uva e verze. Ho aperto la “Stagione con questa ricetta in cui ho messo quasi tutto ! .. mancano solo le foglie gialle cadute dagli alberi ! 😀 Dopo aver pranzato con un piatto così ricco credo possiate fare anche meno della seconda portata.Colori e sapori del bosco avrei potuto chiamarlo dovendo dargli un titolo, spero di aver reso l’idea ed avervi stuzzzicato l’appetito tanto da farvi mettere da parte la lista degli ingredienti per prepararlo !

Continua a leggere

Pasta all’ascolana

Nel mio girovagare culinario mi sono fermata su questa ricetta che mi ha catturata per i suoi ingredenti semplici e magri e non da ultimo per la sua rapidità; questa piatto della tradizione ascolana; ha origine per motivi religiosi dato che si preparava durante i giorni in cui si praticano i “Giorni di magro .Non siamo in Quaresima e neanche in Vigilia … ma per un buon piatto di pasta con le olive e tonno è sempre il giorno giusto ! 🙂 Spero che piaccia anche a voi,potete bilanciare a vostro gusto il piccante del peperoncino e le acciughe che non sempre sono gradite troppo e utilizzare un altro formato di pasta .Buon gusto !!!

Continua a leggere

Linguine al pesto e gamberi flambè

Possiamo dire che siamo agli ultimi scampoli di quest’estate.. chissà perchè poi la stagione estiva deve essere così breve mi chiedo,non si fa tempo ad assaporarne l’inizio che già ci si trova alla fine.. si deve addire addio a tutti quei bei colori di frutta e verdura,quei profumi così intensi che permettono di preparare tante belle ricette con mille combinazioni fantasiose.. e va bene.. pazienza ! Consoliamoci con gli ultimi ortaggi a disposizione per salutarla,vuol dire che ci cimenteremo in altre ricettine con verdure invernali che provvederanno a scaldarci 🙂 Intanto però ancora per qualche giorno … continuerò con melanzane … basilico peperoni e zuccchine ! Questo primo è molto gustoso,se preparate in anticipo il pesto,avendo cura di coprirlo di olio e metterlo in frigo;sarà anche molto veloce .Buon Gusto !

Continua a leggere

Ravioli ai borlotti calamari e pomodori confit

Negli ultimi tempi ho scoperto che l’abbinamento del pesce con i legumi è molto buono e si sposa perfettamente, in un primo momento l’approccio al pensiero di questo connubio forse fa storcere un po’ il naso ,ma dopo i primi assaggi ci si deve ricredere del tutto;davvero speciale e buono;apre un’altro mondo e modo di gustare il pesce,in precedenza ho preparato e apprezzato molto l’accostamento con i ceci,quindi adesso non ho avuto molta difficoltà ad accostare l’idea del pesce con i fagioli,ho capito che i legumi possono armonizzare perfettamente con i prodotti ittici;ora spero che possiate apprezzarli anche voi lasciandovi tentare a prepaerare questo primo piatto di ravioli ripieni con una delicata crema di fagioli,conditi con un intingolo di calamari e pomodori confit .Preparare i ravioli è anche divertente se vogliamo,diventa un po’ un gioco coppare con gli stampini,anche per i bambini può essere un momento sia ludico che di apprendimento. Per la pasta dei ravioli io ho preferito usare un impasto senza uova così non appesantisce il risultato finale ,riguardo la forma potete scegliere quella che più preferite Ora non vi resta altro che prendere nota degli ingredienti per attuare questa bontà,potete aumentare le dosi e congelarli,quando vi occorreranno basterà tuffarli in acqua bollente senza scongelarli.

Continua a leggere

Vermicelli gamberi e pomodorini confit

Da quando ho iniziato a preparare i pomodorini confit e ad apprezzarne la loro bontà ho capito che il loro inserimento nelle preparazioni donano un tocco particolarissimo e squisito caratterizzando anche il piatto più semplice;quindi mi son detta :”Ora lo sostituisco a semplice pomodorino e sposo ai gamberoni cotti con il cognac ” pensando che le erbe che aromatizzano i pomodorini in cottura avrebbero armonizzato molto con il sapore dei gamberi soprattutto se cotti con la cipolla,carotina e cognac 🙂 Infatti il piatto è risultato davvvero una bontà,semplice ma con un sapore “Ricercato”,molto raffinato e delicato e al tempo stesso consistente e profumato. La “noia ” per così dire è la cottura molto lenta e lunga dei pomodorini che devono asciugare ….. ma ci pensa il forno ! Preparateli in anticipo così gestirete meglio al mometo della preparazione del piatto che è veloce.

Continua a leggere

Fusilli cremosi zucchine e speck

Siete sempre in cerca del primo piatto unico salvatutto ? Questo credo che appartenga alla categoria 🙂 Cremosi,gustosi,colorati, ricchi di carboidrati,proteine e vegetali . E’ composto da una base di vellutata besciamella che se proprio non volete preparare potete acquistare,e un passato di zucchine trifolate,tutto condito da formaggi e speck gratinato al forno,se non è ghiotto questo … 🙂 Sottoponetelo pure all’esame dei vostri commensali e fatemi sapere se è stato gradito

Continua a leggere

Pappardelle piselli pancetta e menta

Con queste temperature i fornelli di certo avrete poca intenzione di tenerli accesi .. quindi ecco una ricettina semplice sbrigativa e progumata,dove la fragranza della menta regala la nota di freschezza che ci vuole 🙂 … Quindi come si dice in questo caso : ” Di qua la pentola per la pasta e di qua il condimento et voilà ! ” Se gradite le fave potete anche usare quelle al posto dei piselli (confesso io non le amo ) .

Continua a leggere

Pasta cavolfiore e olive ripassato in padella

Nei mesi estivi in cucina avviene un po’ una rivoluzione se possiamo chiamarla così, si prediligono pietanze più fresche e le zuppe scompaiono (quasi );anche in casa mia vige un po’ questa regola e quindi .. : che fine fa quella bella pasta e cavoli tanto amata nei mesi freddi che ci ristorava ? Ma ovvio ! Si trasforma 🙂 Cambiamo il metodo di cottura,così non risulterà una zuppa di pasta,ma una gustosa e più leggera pasta con i cavoli .. la differenza sta nella cottura della pasta invece di cuocerla nei cavoli con la loro acqua etc…. procediamo con una cottura del cavolo al vapore e poi lo ripassiamo in padella con olio ,peperoncino, aglio,olive,origano,e pangrattato ,una vera bontà ! .. e così ho risolto il problema cavolo nei mesi estivi e aggiunto un altro piatto al menù invernale 🙂 Possiamo impiegare sia il cavolo romano verde che il classico cavolfiore bianco .

Continua a leggere

Insalata di orzo

Gustiamo questo cereale in una versione estiva e simpatica,prepariamolo pure in anticipo conservandolo in frigo ben sigillato.Qui ho proposto una versione” base” diciamo così, potete aggiungere gli ingredienti che più preferite come fate per il riso per intenderci,quindi… spazio alla fantasia ! 🙂

Continua a leggere

Vermicelli pesto di rucola e cannolicchi

Un piatto leggero che racchiude tutto il sapore e il profumo del mare. I cannolicchi sono dei frutti di mare molto popolari dalle mie parti, in Campania, così come anche i vermicelli, un formato di pasta largamente impiegato nei piatti partenopei.

La tentazione di metterli insieme quindi è stata molto forte. Ho usato in questo caso i vermicelli e, oltre ai cannolicchi, li ho conditi con un pesto di rucola molto delicato e, a completare il tutto, ho aggiunto la nota agrumata e fresca di zeste di limone. Spero vi piacciano.

Continua a leggere

Pasta integrale pomodori confit e uova

I pomodorini confit deliziosi e saporiti, hanno un gusto molto intenso e dolce,dovuto alla caramellizzazione in forno,ideali da servire come antipasto o contorno o come condimento. La preparazione è semplice basta tagliarli a metàe insaporirli con sale, pepe e zucchero, ma anche con un trito di aglio e timo,prezzemolo.. la particolarità sta nella lunga cottura, si infornano per un’ora e mezza circa, fino a che non appassiranno.
Il segreto è far evaporare l’acqua di dei pomodorini, senza farli seccare.Il termine “confit” deriva dal francese “confire”, che significa preservare sono “confit”, tutte quelle preparazioni di frutta e verdura che prevedono una cottura prolungata a fuoco basso, con zucchero o aceto.Questo primo è proprio buono perchè è preparato con pasta integrale,ma se lo si preferisce si può usare la pasta ordinaria…I pomodorini possono essere preparati con largo anticipo e conservatiin frigo ben coperti da pellicola o in un contenitore ermetico per 3 giorni..Buona preparazione ! 🙂

Continua a leggere