Crea sito
Archivio | Ricette light RSS feed per questa sezione

Frittelle greche di zucchine ricetta originale

Le frittelle di zucchine greche vengono chiamate anche polpette e sono davvero di una bontà unica, di gusto leggero e delicato possono costituire un secondo o essere inserite in un antipasto o ancora in un buffet come finger food; è un modo anche per sottoporre al palato dei più piccoli i non simpatici ortaggi.

Ho avuto il piacere di gustarle in Grecia e posso dire che la ricetta seguente rispecchia l’originale tra i cui ingredienti non è inserito pane grattugiato, parmigiano che possa essere collegato alle nostre classiche polpette occidentali, e soprattutto non vanno pelate le zucchin; il fatto che le chiamino frittelle in effetti secondo me è più corretto in quanto è gli ingredienti insieme alla base di zucchine sono uova e farina con erbe e feta, ottenedo un composto morbido –> clicca per leggere ancora

Continua a leggere

Involtini di melanzane al pomodoro e basilico

Una vera delizia gourmet gli involtini di melanzane al pomodoro e basilico dello chef Marco Valletta;una di quelle leccornie dai sapori semplici in cui la tecnica e il procedimento sono alla base del risultato del piatto.Quando l’ho visto per la prima volta non ho saputo resistere alla tentazione di riprodurlo, già ne percepivo il sapore e gli odori solo ad immaginarli! Per un antipasto o per un contorno (per me che mangio molto vegetale anche un secondo !) inserito nel vostro menù vi farà fare un figurone e soddisferà il palato vostro e degli ospiti 🙂 Le melanzane andrebbero fritte, ma per rendere il piatto più legggero ancora un ottimo risultato lo otterrete riponendo le fette di melanzane su un foglio di carta forno,pennellandole con olio e condendole con un pizzico di sale in forno per 7 minuti (non troppo spesse) a 180° senza voltarle.

Continua a leggere

Patate al forno all’origano e pomodorini

Le patate al forno all’origano e pomodorini, si collocano tra quella serie di cibi semplici e fantastici che eseguiti nella giusta maniera regalano un risultato davvero soddisfacente che riesce a sposare tutti i palati, anche quelli dei bambini ! Qui la tecnica è tutto, come spesso avviene nei piatti semplici.Le patate come quasi sempre nelle mie ricette vanno scottate preventivamente in acqua bollente salata al fine di ottenere un prodotto morbido al suo interno e croccante all’esterno, o ad ogni modo non asciutto, e senza aggiunta di liquidi e cotture prolungate.Inoltre condirle prima di metterle in teglia garantisce una diffusione omogenea dei condimenti giovando anche alla cottura . Clicca per continuare a leggere

Continua a leggere

Penne di farro ai funghi ed erbe aromatiche

La pasta di farro può essere un interessante alternativa alla pasta di grano duro, anche più digeribile. Il farro è un cereale ricco di fibre, vitamine A e del gruppo B, fosforo potassio e magnesio. Ha un ottimo potere saziante e le fibre aiutano a favorire il transito intestinale e a proteggere la salute dell’intestino, contribuendo all’eliminazione delle scorie.

Questo primo piatto preparato con la pasta di farro risulta leggero e ben equilibrato nei sapori, le erbe aromatiche conferiscono il giusto tocco che armonizza bene con il farro ed anche molto veloce da preparare.Lo consiglio vivamente

Continua a leggere

Risotto zucchine tonno e yogurt greco

Un risotto con le zucchine, leggere,versatili,ricche di proprietà e vitamine,come si fa a non approfittarne ? Qui le ho messe insieme al tonno,un binomio classico e delizioso ! Questo primo piatto è adatto anche a chi è intollerante al glutine cosa che lo rende più universalmente consumabile, lo yogurt accompagna tutto con una nota di piacevole acidità

Continua a leggere

Una nota sulla radice di zenzero

Da un po’ di tempo osservo il “fenomeno zenzero ” dilagare chiedendomi se è più una moda oppure le persone hanno davvero compreso che la scelta oculata e sana degli alimenti può essere un fattore determinante per la salute e tenere lontano le malattie; spero davvero nella seconda ipotesi.

La natura ci ha donato tutto ciò ch eci occorre per il nostro benessere,ma nel tempo si è persa ogni informazione per strada, le industrie e il progresso,direi regresso io a questo punto, hanno fatto sì che si smarrisse la retta via, il potere delle multinazionali e gli interessi delle case farmaceutiche remano contro ,ma un’ampia cerchia di persone si sta ravvedendo scoprendo di nuovo il mangiar sano. Molto hanno contribuito le influenze dello stile orientale,quindi abbiamo sdoganato ed acquisito,spezie salutari,ricette e cibo con cotture sane ed alternative,e non da ultimo talvolta anche un modo di curarsi omettendo medicine, quindi ricorrendo a shatzu,agopuntura,yoga,riflessologia etc.. Segue –> Clicca per leggere

Continua a leggere

Quinoa al curry e peperoni

Altra occasione per spostare nuovamente l’attenzione su questo fantastico “cereale non cereale ” la Quinoa, chi ha avuto modo di provarla ne ha apprezzato sapori,il facile impiego e non da ultime le sue proprietà,senza contare che è senza glutine.Leggi qui l’articolo

Parliamo ancora di Quinoa, questo fantastico “cereale non cereale “, chi ha avuto modo di provarla ne ha apprezzato isapori, il facile impiego e non da ultime le sue proprietà, senza contare che è senza glutine.

Leggi qui l’articolo

In questa preparazione a differenza di quella precedente ho impiegato la Quinoa bianca,di sapore più neutro,come il riso diciamo, in modo da poterla abbinare a del fantastico curry e completare con peperoni e olive.Il risultato ? Provate ! E’ gustosisissimo, se siete amanti del curry 🙂

Continua a leggere

Cannolicchi con rucola

Il cannolicchio è un mollusco che vive in posizione verticale, anche in acque poco profonde o addirittura sul bagnasciuga. Lo si trova nell’alto Adriatico e nel Tirreno sulle spiagge di sabbia, esistono diverse specie simili tra loro. Vengono venduti in mazzetti, come si fa con gli asparagi. Conservate il mazzetto in piedi mantenendo il piede verso il basso e il sifone verso l’alto. I molluschi devono essere vivi, ed è facile sincerarsene: toccati, devono ritrarsi all’interno della conchiglia.Prima dell’utilizzo bisogna togliere ogni traccia di sabbia e, a seconda di come vogliamo prepararli, eliminare o conservare le valve. Tolte le valve, nella parte dei sifoni vi è la sacchetta della sabbia, che va tolta.se il prodotto è affidabile può essere consumato crudo,altrimenti lo si cuoce al gratin,in padella alla piastra o al forno,ad ogni modo richiede una breve cottura. In questa ricetta è preparato in padella con la rucola,una preparazione tipica partenopea.

Continua a leggere

Quinoa rossa fredda al tonno e pomodori

Un fantastico “finto cereale ” in quanto non lo è perchè non appartiene alla famiglia delle graminacee;è catalogato come “Superfood ” proprio perchè ricco di aminoacidi e vitamine.I semi di Quinoa derivano dalla Salvia Ispanica,coltivata nelle Ande da oltre 5000 anni, la Quinoa è chiamata “la madre dei semi” o “l’oro degli Inca”.Povera di grassi saturi e colesterolo,priva di glutine, la quinoa è una buona fonte di folati ed un’ottima fonti di magnesio. Contiene tutti i 9 aminoacidi essenziali necessari al funzionamento del nostro organismo (istidina, isoleucina, leucina, lisina, metionina, fenilalanina e triptofano), presentando nel complesso un buon equilibrio tra proteine e carboidrati. Il suo contenuto proteico è superiore a quello di riso, miglio e grano;ragion per cui è adattissima a chi segue un regime alimentare restrittivo.Ci sono tantissime varietà di quinoa,le più famose sono la bianca la rossa e la nera. Il suo sapore neutro simile al riso,la rende molto versatile in cucina facendo si che si possa impiegare sia alle preparazioni dolci che salate. Cucinatela ed impiegatela come cucinereste un riso otterrete splendidi risultati .

Il procedimento per cuicnarla è molto semplice. Dobbiamo riempire una pentola con dell’acqua, seguendo il rapporto di due tazze d’acqua ogni tazza di Quinoa che si intende preparare, e metterla sul fuoco.Quando l’acqua sarà giunta ad ebollizione sarà il momento di versare i semi mescolando lentamente. A questo punto cuontinuaiamo a cucinare a fuoco basso per 15/20 minuti circa , coprendo con un coperchio, all’incirca per 15 minuti, fino ad assorbimento dell’acqua e non sia pronto.

Continua a leggere

Caserecce di grano arso con salsa di cipolle

Durante un mio ” Tour ” ad Eataly mi sono imbattuta in queste fantastiche confezioni di pasta preparata con grano arso, una piccola chicca di nicchia che non si trova del tutto facilmente,quindi la tentazione è stata forte e la reazione immediata… preso ! Ancora non ero riuscita ad assaporare questa delizia, un sentore deciso di grano tostato/affumicato gradevolissimo,mi dava un’idea rustica quindi mi è piaciuto abbinarla ad una semplice salsa di cipolle (per questa volta,in futuro ho in mente già altri abbinamenti ).Consiglio davvero di provarla 🙂 Ma vediamo di cosa si tratta e da dove proviene nel dettaglio .

Continua a leggere

Ravioli ricotta allo zafferano con crema di carciofo

Magnifici i carciofi peccato non vi siano tutto l’anno, cerchiamo di sfruttarli al meglio quando sono a nostra disposizione ! Questi ravioli ripieni di ricotta allo zafferano non sono fatti di pasta all’uovo potete acquistarli o prepararli in casa con semola di grano duro una parte di farina “00” e acqua .Potreste anche usare la crema di carciofo per condire un’altro tipo di pasta

Continua a leggere

Friittata di cavolfiore pancetta e Curcuma

Dal mondo delle frittate,sempre apprezzatissimo e nutriente ho scelto di preparare e presentarvene una meno usuale che contiene anche una preziosa spezia che impiego da tantissimi anni, ora che inizia ad essere più conosciuta per i sui effetti salutari la si cmincia a reperire più facilmente in commercio.Scopriamola meglio; è una pianta che appartiene alla famiglia delle Zingiberaceae,oltre ad essere un potente antiossidante e antinfiammatorio, svolge anche un’azione depurativa, coleretica e colagoga, utili per il fegato e la colecisti. (stimolante la produzione di bile da parte del fegato) e colagoga (che favorisce lo svuotamento della colecisti, aumentando l’afflusso di bile nel duodeno), è un epatoprotettore, stimolante delle vie biliari, antiossidante, fluidificante del sangue,svolge anche un’azione cicatrizzante. In India infatti viene applicato il rizoma sulla cute per curare ferite, scottature, punture d’insetti e malattie della pelle con risultati soddisfacenti.

Il principio attivo più importante è la curcumina, che recenti studi hanno dimostrato avere proprietà antitumorali, perché capace di bloccare l’azione di un enzima ritenuto responsabile dello sviluppo di diversi tipi di cancro. Questo principio attivo conferisce alla curcuma anche un’azione antinfiammatoria e analgesica, e per questo motivo è impiegata efficacemente nel trattamento di infiammazioni, dolori articolari, artrite e artrosi.

E in cucina?. Vi starete chiedendo … In cucina è ottima per moltissimi usi,oltre alle tisane con miele,zenzero e cannella,viene usato per dare colore agli alimenti,dal brodo alle salse ai risotti; ma anche per dare sapore,con le patate è fantastica (cliccate qui per la ricetta ),con il pollo è eccezionale davvero, ed anche con la carne. La potete acquistare un po’ ovunque in negozi di alimentari etnici o anche nella grande distribuzione ora .

Continua a leggere

Controfiletto al sale con salsa di cipolle

Un’alternativa al classico filetto/ roast beef; questo controfiletto al sale in un unica fetta (anche un altro taglio pregiat va bene ) consente di presentareuna tagliata con cottura diversa dal solito ma anche utile quando non occorrono numerose porzioni . Le carni risultano succose, aromatiche quindi molto gustose. La salsa di cipolle è di ottimo accompagnamento .

Continua a leggere

Ciambelline pistacchio e nocciola

Queste Ciambelline pistacchio e nocciola sono deliziosi pasticcini possono essere serviti a fine pasto accanto al caffè,o liquore o come complemento per un tè. Il loro interno è per metà al gusto di nocciola e l’altra al pistacchio,cò non toglie che potete tranquillamente prepararli per intero con un gusto o con l’altro.Non contengono burro ma una piccola quantità di olio .Si mantengono per un 2/3 giorni in busta chiusa o in scatola di latta.Potete servirli su pirottini se preferite.

Continua a leggere

Crema di lenticchie e speck

Spesso siamo abituati a consumare i nostri legumi nei modi più tradizionali ma se iniziamo a sperimentare un po’ ci accorgeremo che anche delle piccole variazioni come quella delle consistenze fanno la differenza; infatti provate a preparare ed assaggiare questa crema di lenticchie, le lenticchie cucinate in un modo del tutto semplice e alla fine passate al mixer, la loro consistenza cremosa stupirà il vostro palato con un tocco di delicatezza unica come tutte le creme sanno regalare al palato. Provate anche con altri legumi,magari anche con quelli che non preferite !

Continua a leggere

Costoletta ripiena alle erbe

Non è un momento proprizio per pubblicare ricette di carni ,ma fortunatamente ci sono sempre le controtendenze,chi non aderisce a questo movimento di pensiero chiamiamolo così e chi pensa che saltuariamente non sia un problema consumarla (con tutte le porcherie che le industrie ci propinano .. ) .Quindi io mi colloco giusto al centro e posto la mia ricettina per chi desidera mangiare una costoletta (braciola da Roma in su ) ma prepararla in un modo un po’ diverso.Ripiena così con erbe, risulta aromatica e leggera;io l’ho cotta in padella di pietra semplicemente servita con insalata,ma potete anche optare per una cottura in forno ed abbinarci una salsa allo yogurt greco e aglio magari,o al prezzemolo.. o altro,anche la senape è buona.

Continua a leggere