Crea sito
Archivio | sughi e condimenti RSS feed per questa sezione

Spaghetti con vongole e broccoli baresi

Da tempo mi piaceva l’idea di gustare le vongole abbinate ai broccoli, di cui sono ghiotta, pensando poi che molte verdure e ortaggi riuscivano molto bene ad accompagnare il sapore sapido delle vongole ero quasi convinta che il connubio sarebbe stato delizioso; quindi mi decido acquisto spaghetti, lupini al posto delle vongole che ritengo molto spesso più saporiti, e i più bei broccoli che c’erano in giro, verdi con la sfumatura tendente al viola, come regola detta per distinguere che siano molto freschi.Il tempo di mettere su l’acqua per lessare la pasta, scottare le cime dei broccoli, aprire le vongole.In un tempo abbastanza breve il mio desiderato piatto era pronto! Gustosamente ricco di sapori in armonia fra loro, questo piatto accarezzerà le vostre papille .Incredibile come pochi ingredienti semplici possano dare luogo ad un piatto da re !

Continua a leggere

Fettucce alla crema di piselli prosciutto croccante e funghi porcini

Rieccomi, non vi mollo ! Nonostante l’impegno in Drogheria ritaglio sempre del tempo per pubblicare nuove ricette 🙂

Questa volta sono andata a rielaborare un classico contorno, prosciutto e piselli, trasformandolo in un colorato primo piatto; le fettucce con la crema di piselli,con finitura di dadolata di prosciutto cotto, che sepreferite può essere sostituito da pancetta,dei funghi porcini,facoltativi e della mollica di pane tostato . L’unica nota da precisare è che non bisogna abbondare con il condimento di crema di piselli altrimenti non piacerà !

Continua a leggere

Una nota sulla radice di zenzero

Da un po’ di tempo osservo il “fenomeno zenzero ” dilagare chiedendomi se è più una moda oppure le persone hanno davvero compreso che la scelta oculata e sana degli alimenti può essere un fattore determinante per la salute e tenere lontano le malattie; spero davvero nella seconda ipotesi.

La natura ci ha donato tutto ciò ch eci occorre per il nostro benessere,ma nel tempo si è persa ogni informazione per strada, le industrie e il progresso,direi regresso io a questo punto, hanno fatto sì che si smarrisse la retta via, il potere delle multinazionali e gli interessi delle case farmaceutiche remano contro ,ma un’ampia cerchia di persone si sta ravvedendo scoprendo di nuovo il mangiar sano. Molto hanno contribuito le influenze dello stile orientale,quindi abbiamo sdoganato ed acquisito,spezie salutari,ricette e cibo con cotture sane ed alternative,e non da ultimo talvolta anche un modo di curarsi omettendo medicine, quindi ricorrendo a shatzu,agopuntura,yoga,riflessologia etc.. Segue –> Clicca per leggere

Continua a leggere

Pasta al pesto di melanzane con pomodorini e pinoli

La mia predilizione per gli ortaggi estivi salta sempre fuori ! Arrivata la bella stagione non si puòò non approfittare per il loro utilizzo. Ho pensato di rendere più delicato il sapore delle melanzane eliminandone la buccia (squisita preciso ) trasformandole in crema insieme ai pinoli ed a qualche fogliolina di basilico,anche qualche mandorla non dispiacerà;il risultato è squisito si ottiene un gusto avvolgente e vellutato al palato.I ho scelto il formato ziti come pasta,voi potete scegliere farfalle,pennette, come preferite.Non richiede grande impegno come preparazione, provate 🙂

Continua a leggere

Caserecce di grano arso con salsa di cipolle

Durante un mio ” Tour ” ad Eataly mi sono imbattuta in queste fantastiche confezioni di pasta preparata con grano arso, una piccola chicca di nicchia che non si trova del tutto facilmente,quindi la tentazione è stata forte e la reazione immediata… preso ! Ancora non ero riuscita ad assaporare questa delizia, un sentore deciso di grano tostato/affumicato gradevolissimo,mi dava un’idea rustica quindi mi è piaciuto abbinarla ad una semplice salsa di cipolle (per questa volta,in futuro ho in mente già altri abbinamenti ).Consiglio davvero di provarla 🙂 Ma vediamo di cosa si tratta e da dove proviene nel dettaglio .

Continua a leggere

Genovese di Baccalà

Sua maestà il baccalà ! Uno dei pilastri della cucina partenopea direi,consumato tutto l’anno ma largamente e rigorosamente non pò mancare sulle tavole nelle feste natalizie,fritto o scaldato che sia. Il baccalà non è altro il comune e ben noto merluzzo bianco dell’Oceano Atlantico Settentrionale conservato sotto sale. Questo tipo di processo permette di trasportarlo in luoghi molto lontani e conservarlo molto a lungo,mesi,prima di consumarlo;quindi nel passato era un valido sistema di conservazione, non solo per il baccalà, ma anche per altri tipi di pesce.

Sembra che nel passato (ma ancora tutt’oggi ) i Portoghesi furono tra i maggiori consumatori di baccalà ed i primi ad applicare il metodo della salagione per la conservazione del merluzzo pescato. Furono gli Spagnoli durante la loro dominazione nel XVII secolo,ad introdurlo in Italia; infatti in spagnolo (bacalao) e catalano (bacallà) il suono è simile all’italiano. Oggi esistono in alcune zone partenopee dei veri e propri “Templi ” del baccalà, dove gustarlo in tutte le salse,particolarmente nella zona di Somma Vesuviana. La ricetta che vi propongo oggi è tra quelle di maggior successo,un primo piatto in cui si incontrano due istituzioni Il baccalà e la genovese, un magico connubio;provare per credere. La cipolla che ho impiegato non è una comune cipolla è di alta qualità del tipo ramato,molto dolce che si presta appunto tantissimo a questa preparazione; non solo, è anche una megacipolla, infatti pesa kg 1,200 ! Non è trans genica non preoccupatevi è solo frutto di un sapiente metodo di coltivazione dell’ Azienda Nicola Palladino, che è stata così gentile da regalarmi questo prezioso e raro prodotto; ovviamente potrete preparare la ricetta adattando altre qualità di cipolla .

Continua a leggere

Pasta con zucca pioppini e castagne

Tra alti e bassi di temperature, che lasciano pensare più ad una seconda primavera inoltrata direi, l’autunno è arrivato con il suo carico di frutti color arancio e colori boschivi; quindi le ricette ricche di melanzane,peperoni, e zucchine cedono il passo a quelle ricche di zucca,castagne, funghi uva e verze. Ho aperto la “Stagione con questa ricetta in cui ho messo quasi tutto ! .. mancano solo le foglie gialle cadute dagli alberi ! 😀 Dopo aver pranzato con un piatto così ricco credo possiate fare anche meno della seconda portata.Colori e sapori del bosco avrei potuto chiamarlo dovendo dargli un titolo, spero di aver reso l’idea ed avervi stuzzzicato l’appetito tanto da farvi mettere da parte la lista degli ingredienti per prepararlo !

Continua a leggere

Pasta all’ascolana

Nel mio girovagare culinario mi sono fermata su questa ricetta che mi ha catturata per i suoi ingredenti semplici e magri e non da ultimo per la sua rapidità; questa piatto della tradizione ascolana; ha origine per motivi religiosi dato che si preparava durante i giorni in cui si praticano i “Giorni di magro .Non siamo in Quaresima e neanche in Vigilia … ma per un buon piatto di pasta con le olive e tonno è sempre il giorno giusto ! 🙂 Spero che piaccia anche a voi,potete bilanciare a vostro gusto il piccante del peperoncino e le acciughe che non sempre sono gradite troppo e utilizzare un altro formato di pasta .Buon gusto !!!

Continua a leggere

Linguine al pesto e gamberi flambè

Possiamo dire che siamo agli ultimi scampoli di quest’estate.. chissà perchè poi la stagione estiva deve essere così breve mi chiedo,non si fa tempo ad assaporarne l’inizio che già ci si trova alla fine.. si deve addire addio a tutti quei bei colori di frutta e verdura,quei profumi così intensi che permettono di preparare tante belle ricette con mille combinazioni fantasiose.. e va bene.. pazienza ! Consoliamoci con gli ultimi ortaggi a disposizione per salutarla,vuol dire che ci cimenteremo in altre ricettine con verdure invernali che provvederanno a scaldarci 🙂 Intanto però ancora per qualche giorno … continuerò con melanzane … basilico peperoni e zuccchine ! Questo primo è molto gustoso,se preparate in anticipo il pesto,avendo cura di coprirlo di olio e metterlo in frigo;sarà anche molto veloce .Buon Gusto !

Continua a leggere

Pappardelle piselli pancetta e menta

Con queste temperature i fornelli di certo avrete poca intenzione di tenerli accesi .. quindi ecco una ricettina semplice sbrigativa e progumata,dove la fragranza della menta regala la nota di freschezza che ci vuole 🙂 … Quindi come si dice in questo caso : ” Di qua la pentola per la pasta e di qua il condimento et voilà ! ” Se gradite le fave potete anche usare quelle al posto dei piselli (confesso io non le amo ) .

Continua a leggere

Pasta cavolfiore e olive ripassato in padella

Nei mesi estivi in cucina avviene un po’ una rivoluzione se possiamo chiamarla così, si prediligono pietanze più fresche e le zuppe scompaiono (quasi );anche in casa mia vige un po’ questa regola e quindi .. : che fine fa quella bella pasta e cavoli tanto amata nei mesi freddi che ci ristorava ? Ma ovvio ! Si trasforma 🙂 Cambiamo il metodo di cottura,così non risulterà una zuppa di pasta,ma una gustosa e più leggera pasta con i cavoli .. la differenza sta nella cottura della pasta invece di cuocerla nei cavoli con la loro acqua etc…. procediamo con una cottura del cavolo al vapore e poi lo ripassiamo in padella con olio ,peperoncino, aglio,olive,origano,e pangrattato ,una vera bontà ! .. e così ho risolto il problema cavolo nei mesi estivi e aggiunto un altro piatto al menù invernale 🙂 Possiamo impiegare sia il cavolo romano verde che il classico cavolfiore bianco .

Continua a leggere

La salsa finta Genovese

La salsa genovese è nota,un po’ la regina della cucina napoletana,le ipotesi circa l’origine del nome sono svariate,la più accreditata la fa risalire ad alcune osterie nel periodo aragonese gestite da cuochi provenienti da Genova, i quali erano soliti cucinare la carne in modo da ricavarne una salsa utile poi per condire la pasta;ma esiste anche la versione”finta”senza carne,la parente povera diciamo,sempre squisita e la mia mamma la preparava sempre e ancora io tutt’oggi !

Continua a leggere

Seconda ricetta per Alice -Uniti nel segno della pasta

Eccola la seconda delle ricette per l’iniziativa di Alice tv Food blogger uniti sotto il segno della pasta

(la prima la si può visiore qui http://www.alice.tv/ricette/linguine-fiori-di-zucca-mozzarella/ )

Vermicelli al pesto di rucola e cannolicchi

Un primo piatto semplice che racchiude i sapori e gli odori del mare sfrutttando quelli dei saporiti cannolicchi,a completare il tutto la nota fresca e agrumata dei limoni della costiera Amalfitana

Continua a leggere

Paccheri con Coccio all’acqua pazza (gallinella di mare )

Un tipo di cottura quello dell’acqua pazza,che pare abbia origine nell’isola di Ponza e poi di li l’usanza fu trasferita anche a Capri,si narra che Totò ne fosse molto ghiotto e frequentemente lo gustava li .Ormai divenuto un classico nella cucina partenopea,se è così un motivo pure ci sarà ! Infatti,leggera e veloce esalta i sapori del pesce accompagnandoli e non coprendoli minimamente.Come tutti i piatti semplici richiede la sua attenzione per una sicura riuscita;quindi ingredienti di prima qualità e il ripsetto della sequenza nel prepararlo;sarete ripagati da una bontà unica. Scegliete pure il tipo di pesce che desiderate,Orate,Spigole… etc .sarà sempre un successo.

Continua a leggere

Cannellone di tagliolini,spinaci,zenzero e ragù di mare

Semplicemente fantastico ! Un primo piatto per le grandi occasioni (non solo ) ! Mi è piaciuto dal primo momento in cui l’ho visto preparare al maestro Montersino,una preparazione che mi ha affascinata per la grande tecnica impiegata e non da ultimo per l’accostamento dei sapori;lo zenzero che mi piace tanto è meraviglioso con gli spinaci,il piatto sprigiona un delicato ed intenso odore che vi conquisterà subito! Quale miglior occasione per le prossime feste in vista per prepararlo ? Per una cena o un pranzo che risulti il top abbinate un vino di pregio profumato e leggero, io ho scelto una Falanghina Villa Raiano

Continua a leggere

Il cavolfiore rosa

Girare tra i banchi del supermercato e trovare l’insperato non ha prezzo ! Stamane sono stata fortunata,cercavo dei comuni cavoli broccoli e…. meraviglia delle meraviglie l’occhio cade su delle macchie rosa violacee…spiccano tra tutto quel verde di verdure,sembrano i cavoli delle fiabe mi son detta ! Avrei acquistato tutto il cesto per timore di non trovarne più una volta consumato quello acquistato ! Questo cavolo è un ibrido,un incrocio creato in Inghilerra si chiama Violet Queen e deve il suo colore alle antocianine,ricco di antiossidanti quindi ,e a secondo da come lo si “tratta ” il suo colore varia di intensità fino a toccare le sfumature del blu .Inutile dire che in cucina è qualcosa di magico,si possono preparare tanti piatti bellissimi e sfruttare anche la sua acqua… oppure estrarne del colore tenendolo in alcool alimentare per poi utilizzarlo.. Mi fermo qui altrimenti entriamo troppo nel settore scientifico.Limitiamoci per il momento ad impiegarlo in preparazioni abbastanza semplici,poi vedremo.. Quindi ..le prossime ricette si tingeranno di violetto,seguite 🙂

Continua a leggere