Crostata di mele e composto alle mandorle

La crostata classica di mele si rifà il make-up arricchendosi con un composto cremoso di mandorle regalando al risultato finale un intenso sapore di mele e mandorle; una simil frangipane direi. Fatto sta che il problema è la sua durata, finisce subito ! Verrà divorata in poco tempo e vi toccherà rifarla!

Per la pasta frolla ho utilizzato una dose più o meno standard, prediligendo però il metodo sabbiato così il risultato è più nettamente più friabile (sbricioloso dico io ), per la decorazione ho utilizzato le strisce disposte a reticolato, se seguite le foto passo passo non dovrebbe risultarvi difficile eseguirlo, altrimenti potete liberamente decorarla a vostro piacere, il sapore di certo non cambierà 🙂

Ti è piaciuto la ricetta ? Seguimi anche su fb cliccando qui  Magie ai fornelli  e spuntando  le voci “mi piace” e “ricevi le notifiche ”  non perderai alcuna novità !

Ingredienti per circa 5 persone per una teglia di 26 cm di diametro:

Per la frolla : 250gr di farina “00”  W debole per saperne di più sulle farine e la loro forza clicca qui , 90 gr  di zucchero semolato, 1 tuorlo, 1 uovo intero medio (le uova a temperatura ambiente di un paio di ore), 125 gr di burro a temperatura 10° a pezzetti, buccia di limone possibilmente non trattato

Per il composto alle  mandorle : 120 gr di farina debole –  150 gr di burro morbido –  100 gr di zucchero a velo – 60 gr di zucchero semolato – 3 uova – gr 60 di mandorle ridotte  in polvere – 1 pizzico di lievito chimico per dolci in polvere

Per la finitura: 3 mele – 1 limone – 1 bacca di vaniglia –

Preparazione per la frolla sabbiata : Io lavoro con la planetaria, ma potete con un poco di pazienza lavorarla a mano.Lavorare con il gancio foglia il burro con la farina fino ad ottenere un composto sabbioso (il grasso riveste le particelle di amido della farina isolandole così non compatteranno e si otterrà un impasto più friabile rispetto al metodo classico ) unite ora i tuorli e le uova intere battute, a filo poco alla volta facendole assorbire poco per  volta in modo che non si separino; impastate senza esagerare affinchè compatti il tutto fino ad ottenere un impasto consistente.

  • Formare un panetto rettangolare avvvolgerlo in pellicola e farlo riposare (importante)in frigo per almeno mezz’ora o in freezer per un 20 minuti  o in abbattitore per pochissimo. Nel frattempo prepariamo il composto alle mandorle lavorando lo zucchero  a velo con lo zucchero, montandolo con un frustino,poi aggiungiamo le uova   uniamo le mandorle in polvere, la buccia di limone grattugiata, la vaniglia, lo zucchero semolato, e la farina setacciata con un pizzico di lievito chimico, fino ad ottenere una crema morbida, mettiamolo da parte. Ora sbucciamo le mele eliminando il torsolo tagliamo a spicchi e in fette spesse circa 3 mm, conditeli con succo di limone per non farle annerire.Ora siamo pronti per assemblare … Prendiamo  la frolla dal frigo e lavoriamola (sarà un po’ dura all’inizio ma subito riuscirete ) un  poco per poterla poi stendere in una sfoglia di circa 3 /4 mm (se doveste incontrare difficoltà inderite la pasta tra 2 fogli di carta forno e passate il mattarello sopra), rivestite una teglia ben imburrata ( non sostituite il burro con carta forno … il risultato non è dei  migliori il burro serve anche da conduttore di calore per cuocere bene il fondo) di alluminio, niente acciaio, con la sfoglia ottenuta foderiamo lo stampo e bucherelliamo il fondo con i rebbi della forchetta,stendiamo la farcitura distribuendola equamente e distribuiamo le mele. Ricaviamo delle strisce con la pasta avanzata, consiglio non troppo sottili altrimenti si spezzeranno.Infornate a 180° forno preriscaldato statico, o 160° ventilato per un 30 minuti o comunque fino a doratura e cottura  completa.Prima di consumare lasciare raffreddare completamente .

 

 

Dolci e brioches, Impasti base per dolci , ,

Informazioni su magie ai fornelli

Benvenuti tra i miei fornelli ! Ex stilista di moda,provengo da studi artistici,l'interesse per l'arte in tutte le sue forme non mi ha mai abbandonato ma anche l'amore per l'arte culinaria ha avuto il suo corso fino a diventare cuoca in affitto e poi foodblogger, dando vita a Magie ai fornelli. La mia è una cucina "tradizionalmente moderna" dove si intrecciano gusto e creativita' attraverso una ricerca e selezione di prodotti e materie prime dello spendido territorio italiano e soprattutto Campano che impiego nel dolce,nel salato e nei lievitati. Nutro un grande rispetto per la tradizione ma non disdegno di sperimentare accostamenti e sapori nuovi, inoltre ho una forte debole per il vegetale e l'esotico,partecipo ad eventi e programmi televisivi.Insomma ... magicamente sono un po' ovunque con le mie alchimie di cucina !

Precedente Danesi - Brioches morbidissime con crema pasticcera Successivo Tagliatelle con crema di piselli porcini pancetta