Crea sito

L’indispensabile lievito madre

e per un tempo più o meno lungo durante il quale i microrganismi presenti nella farina, nell’acqua e nell’aria si riproducono e fermentano in questi numerosi microrganismi che vivono nel lievito naturale. I principali sono i lieviti e i batteri lattici. Nel lievito naturale avvengono due tipi di fermentazione: la fermentazione lattica e la fermentazione alcolica

Preparazione e dosi:

farina (di buona qualità) e acqua lasciate a maturare. Questo tipo di maturazione può essere abbreviato con l’aggiunta di yogurt, frutta matura frullata ecc.(prodotti che attivano più velocemente il processo di fermentazione).

g. 50 frutta matura frullata

g. 300 farina

g. 120 acqua

è consigliabile utilizzare acqua minerale gasata perché contiene anidride carbonica che facilita l’attivazione dell’acidità, elemento essenziale per la trasformazione in pasta acida. Impastare in modo omogeneo e porre l’impasto in un recipiente coperto (non ermeticamente) per evitare incrostazioni.  Porre a lievitare a una temperatura di 26/28° C per circa 48 ore coperto. Continuare i rinfreschi fino a quando il lievito sarà giunto a giusta maturazione in 4 ore a una temperatura di 28°C. Solo a questo punto si potrà prendere in considerazione il procedere ai rinfreschi preparatori per l’impasto.

na volta preparato il lievito madre potete conservarlo tranquillamente in frigorifero in un contenitore ermetico,l’unica accortenza è che bisogna rinfrescarlo circa ogni 5 giorni in questo modo :

Prendere 200g del nostro lievito che avremo fatto riposare in acqua per  un po’,strizzarlo tanto da togliere l’eccesso di acqua. 200g di lievito dopo l’ammollo,200g di farina e 100g di acqua  (sono le misure standard )con queste grammature otterrete sempre circa 500g di lievito madre,una misura ideale da conservare).Una volta rinfrescato potrete riporlo in frigo a riposare per un po’ oppure lasciarlo lievitare per utilizzarlo il giorno dopo.Ricordate che se vorrete aumentare la forza del vostro lievito dovete rinfrescarlo spesso cosi’ vi lievitera’ prima

Se avete dubbi ovviamente basta chiedere 🙂

Pubblicato da magie ai fornelli

Benvenuti tra i miei fornelli ! Ex stilista di moda,provengo da studi artistici,l'interesse per l'arte in tutte le sue forme non mi ha mai abbandonato ma anche l'amore per l'arte culinaria ha avuto il suo corso fino a diventare cuoca in affitto e poi foodblogger, dando vita a Magie ai fornelli. La mia è una cucina "tradizionalmente moderna" dove si intrecciano gusto e creativita' attraverso una ricerca e selezione di prodotti e materie prime dello spendido territorio italiano e soprattutto Campano che impiego nel dolce,nel salato e nei lievitati. Nutro un grande rispetto per la tradizione ma non disdegno di sperimentare accostamenti e sapori nuovi, inoltre ho una forte debole per il vegetale e l'esotico,partecipo ad eventi e programmi televisivi.Insomma ... magicamente sono un po' ovunque con le mie alchimie di cucina !