Crea sito

Marmellata di Kumquait (Mandarini cinesi )

Un frutto particolare  il Fortunella (detto anche  kumquait o mandarino cinese) è un genere di piccoli alberi da frutto sembra una miniatura ovale e lunga dell’arancia, lungo 3-4 cm e largo 2-4 cm. A seconda della varietà la buccia si presenta dal giallo al rosso Il kumquat è originario della Cina e man mano si è diffuso e  coltivato in Cina, Giappone Grecia  e   Italia,  dove cresce e fruttifica dalla Liguria alla Sicilia lungo tutto il litorale tirrenico. 

Non si trovano facilmente in commercio,questi  mi sono stati regalati (non potevano non farlo visto che me ne sono innamorata a prima vista 🙂  ); ed una volta assaggiati ho capito che non erano troppo adatti ad essere consumati come frutto crudo,la loro buccia è dolce ma il frutto è un po’ aspro,quindi ho pensato di farne una marmellata,con un quantitativo di zucchero maggiore che compensa.Questa ricetta non prevede l’uso della pectina,preferisco farne a meno . Risultato ottimo,un agrume eccezionale,se li incrociate sul vostro cammino…. acquistateli !

Ti è piaciuta la ricetta ? Seguimi anche su facebook cliccando qui  Magie ai fornelli  e spuntando  le voci “mi piace” e “ricevi le notifiche ”  non perderai alcuna novità !

Preparare la marmellata è semplice basta lavarli bene con una spugna -retina perchè sono porosi e lasciarli a bagno tutta la notte poi procedete come descritto in seguito

Ingredienti : 1 Kg  di mandarini  cinesi
gr 800 di zucchero
Una mela sbucciata e tagliata in pezzi piccoli

Procedimento : Laviamo  accuratamente i mandarini cinesi dopo averli tenuti a bagno per una notte, quindi li tagliamo a metà ed elimianiamo con pazienza tutti i semini. Mettiamo i mandarini tagliati nella pentola poi aggiungiamo l zucchero e la mela,se vi piace potete aromatizzare con un baccello di vainiglia . A questo punto inizia la cottura che deve essere lentissima quindi fuoco mlto basso;ci vorranno circa 1 e mezza due ore affinchè sia pronta,durante questo tempo girare quanto meno possibile troppo vapore che porterebbe via con sé l’aroma della frutta Ricordatevi di sterilizzare i vasetti in cui verserete la marmellata .Travasiamo a fine cottura, ancora calda, all’interno dei vasetti di vetro sterilizzati, avvitiamo  bene i tappi e capovolgiamo il barattoli, facciamo raffreddare capovolto.

Per capire se la cottura è ultimata basta prelevare un cucchiaino di composto  metterlo in un piattino ed inclinarlo a seconda della densità raggiunta, la marmellata scivolerà più o meno velocemente,se scivola con una certa difficoltà vuol dire che è cotta al punto giusto,
se scivola troppo velocemente significa che non è ancora pronta e che bisogna continuare la cottura.

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags:, ,

Autore:magie ai fornelli

Benvenuti tra i miei fornelli ! Ex stilista di moda,provengo da studi artistici,l’interesse per l’arte in tutte le sue forme non mi ha mai abbandonato ma anche l’amore per l’arte culinaria ha avuto il suo corso fino a diventare cuoca in affitto e poi foodblogger, dando vita a Magie ai fornelli.
La mia è una cucina “tradizionalmente moderna” dove si intrecciano gusto e creativita’ attraverso una ricerca e selezione di prodotti e materie prime dello spendido territorio italiano e soprattutto Campano che impiego nel dolce,nel salato e nei lievitati.
Nutro un grande rispetto per la tradizione ma non disdegno di sperimentare accostamenti e sapori nuovi, inoltre ho una forte debole per il vegetale e l’esotico,partecipo ad eventi e programmi televisivi.Insomma … magicamente sono un po’ ovunque con le mie alchimie di cucina !

Iscriviti

Iscriviti alla Newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti.

I commenti sono chiusi.