La Pizza fritta “Pizzelle “

La pizza fritta al pomodoro appartiene all’antica tradizione napoletana,le pizzelle si ottengono dallo stesso impasto della classica pizza da forno a legna,era usanza friggerle  sulla soglia della pizzeria (ancora oggi in alcuni luoghi ) quasi in strada,nei vicoli,un vero e proprio street food ! Forse qualcuno le ha potute notare anche nel famoso film “L’ Oro di Napoli ” dove a friggerle era Sophia Loren ! Semplicemente condita con pomodoro e origano e aglio era un cibo povero e gustosissimo nel corso del tempo è stato arricchito anche con del fiordilatte .In piccole dimensioni sono da inserire anche in un antipasto,possono essere anche  uno stuzzichino,oppure costituire  una vera e propria cena .Da provare assolutamente ! 🙂

Ingredienti : : gr 250  di farina “0 ” – gr 250 di farina americana (Manitoba )   – gr 250 di acqua – gr 3 di lievito di birra – sale  un cucchiaino – un cucchiaio di olio Per condire : Gr 500 di pomodori pelati  (io ho usato  La Fiammante )- qualche spicchio di aglio – Origano  (Liofilizzato Cannamela è ottimo è come fresco )- Olio extra v.o – sale – basilico – parmigiano e  pecorino romano grattugiati  – facoltativo dadi di mozzarella o fiordilatte  (meglio se del giorno prima risulteranno meno acquosi )

Procedimento :Preparare l’impasto per la pizza procedendo in questo modo : Mettere l’acqua appena tiepida in un recipiente  e sciogliervi il lievito aggiungendo una punta di zucchero (per attivare la lievitazione ), un cucchiaio di olio e poi farvi scendere la farina a pioggia.mescolando in un angolo e poi aggiungere il sale (non deve venire a contatto diretto con il lievito ) l’impasto deve risultare morbido ed elastico quindi lavorarlo bene, dividerlo in porzioni preparando delle “pagnotte”  piccole,lasciare crescere fino al suo raddoppio circa 7 ore (dipende anche dalla temperatura d’estate ci vorrà meno tempo ),se aumentate la dose di lievito si accorceranno i tempi di lievitazione,ovviamente la pasta risulterà meno leggera e digeribile .Trascorso il tempo di lievitazione stendiamo le pagnotte formano i classici dischi (meglio con le mani ) e li immergiamo (uno alla volta )in abbondante olio bollente,appena gonfia e si colora un po’ la solleviamo e mettiamo su carta assorbente,condiamo con un sugo di pomodoro preparato con olio,aglio in pezzettini,abbondante origano,sale,guarniamo con basilico e se si preferisce con dadi di fiordilatte ,serviamo ben caldo e… buon appetito !

Antipasti e stuzzichini, finger food, pani e lievitati, Piatti unici, Pizze e rustici , , , , ,

Informazioni su magie ai fornelli

Benvenuti tra i miei fornelli ! Ex stilista di moda,provengo da studi artistici,l'interesse per l'arte in tutte le sue forme non mi ha mai abbandonato ma anche l'amore per l'arte culinaria ha avuto il suo corso fino a diventare cuoca in affitto e poi foodblogger, dando vita a Magie ai fornelli. La mia è una cucina "tradizionalmente moderna" dove si intrecciano gusto e creativita' attraverso una ricerca e selezione di prodotti e materie prime dello spendido territorio italiano e soprattutto Campano che impiego nel dolce,nel salato e nei lievitati. Nutro un grande rispetto per la tradizione ma non disdegno di sperimentare accostamenti e sapori nuovi, inoltre ho una forte debole per il vegetale e l'esotico,partecipo ad eventi e programmi televisivi.Insomma ... magicamente sono un po' ovunque con le mie alchimie di cucina !

Precedente Pizza con cornicione ripieno ricotta provola Successivo Quiche porri speck e zafferano

2 commenti su “La Pizza fritta “Pizzelle “

  1. francesca il said:

    queste pizzette sono fenomenali…ne mangerei a migliaia. brava Paoletta baci

I commenti sono chiusi.