Crea sito
Archivio | Pizze e rustici RSS feed per questa sezione

Focaccia alta con biga di Renato Bosco

Gira che ti rigira mi ritrovo sempre con le mani in pasta, stavolta è toccato alla focaccia con biga, cioè con metodo indiretto, ho scelto quella del bravissimo chef /pizzaiolo Bosco la biga è una sorta sorta di preimpasto messo a maturarare dalle 12 fino alle 24 ore, in questo modo l’impasto acquista più forza ed il risultato è morbidissimo e notevolmente migliore anche nel sapore. Io l’ho preferita bianca, ma aggiungendo del pomodoro e origano prima di infornarla si otterrà una focaccia squisita.

Continua a leggere

Il panino napoletano

Il panino napoletano, sebbene si chiami panino non lo è, diciamo che è un fratello del tortano per intenderci, un fantastico cibo da strada; ricordo quando ero piccina era di forma rotonda e simile ad un intero pranzo per l’effetto di sazietà che dava ! Dentro era farcito con un ricco misto di salumeria,una bontà dura a digerire ma a cui non ci si poteva sottrarre. Maggiormente lo si poteva acquistare in pieno centro,tra i vicoli della Napoli verace, ora negli ultimi anni è tornato alla ribalta e spesso fa capolino dalle vetrinette dei bar rosticcerie e panetterie inducendo in tentazione soprattutto quando lo stomaco inizia a brontolare verso ora di pranzo ! Ora molto spesso lo si vede in veste nuova, alleggerito nella farcitura e di forma diversa;ma sempre squisito e tentatore, per cui ho deciso di provare la sua riproduzione in casa, e dato che il risultato era ottimo, non posso non mettervi al corrente di come si possa ottenere questa, seppure non dietetica, bontà 🙂 Da provare mi raccomando !

Continua a leggere

Girelle di pasta brisè ripiene di ricotta zucchine speck

Girelle di pasta brisè ripiene di ricotta e zucchine speck

Continua a leggere

Torta rustica al formaggio

Una brioche/torta salata al formaggio un piatto unico che non richiede particolare attenzione di preparazione,in un paio d’ore di riposo potrete infornare e gustare questa morbida bontà.Diventerà la vostra ricetta preferita !

Continua a leggere

Muffin ai friarielli

I Muffins sono una certezza, questo è quanto si è potuto appurare in questi ultimi tempi ! Piacciono e strapiacciono, sarà per la loro simpatica e maneggiabile geometria,per la loro rapidità di preparazione o per la loro estrema morbidezza, oppure ancora per il fatto che si possono avere in tante dimensioni variando lo stampino.. e allora cosa aspettiamo ? Una pioggia di muffins a volontà in tutte le salse e per tutti i gusti dal dolce al salato. Quelli di oggi sono dedicati alla Campania, il friariello diciamolo è un po’ tra i simboli culinari della regione,inutile chiamarlo broccolo o friggitelli (che poi sono altra cosa,sono peperoncini verdi ) il friariello è unico … con il suo retrogusto amarognolo e le sue cimette delicate.. insomma il friariello è friariello ! Se lo preferite potete aggiungere nella farcitura qualche pezzetto di salsiccia di suino.

Continua a leggere

Rose di pasta sfoglia zucchine e tonno

Da un po’ di tempo, come di tanto in tanto accade nel web del resto, girano molto le “Rose di pasta sfoglia ” sia dolci che salate quindi ho decis di proporre una delle mie versioni… Potete prendere spunto e modificarla inserendo gli ingredienti che più preferite ottenendo così un antipasto veloce, un finger od un secondo sfizioso ricco di gusto.E’ possibile realizzarle anche con una pasta brisèè,ma in questo caso il risultato sarà un po’ diverso sia nell’estetica perchè i bordi della pasta saranno sottili, che nella consistenza in quanto risulterà meno friabile e più croccante .

Continua a leggere

Taralli napoletani

Frutto di un’antica tradizione forse avrei dovuto scrivere “I mitici taralli napoletani “; dietro questi “biscotti lievitati al pepe ” si celano le immagini di un tempo, quando, ancor prima che il Risanamento abbattesse le catapecchie del borgo Santa Lucia per far posto alle strutture moderne; nei giorni di festa e d’estate tutti si riversavano sulle banchine di Santa Lucia sul lungomare,dove tra sedie e tavolini si gustavano questi irresistibili taralli accompagnati dalla fresca acqua sulfurea del Chiatamone,come se fosse champagne.Purtroppo, dopo il colera del ’74 è stata chiusa la fonte e dell’acqua non vi rimane più nulla tranne che una lapide. Ma i fragranti e pepati taralli quelli restano,sono sopravvissuti e continuano ad essere presenti più che mai ed ancora oggi sul lungomare la sera da qualche parte fanno capolino tra bottiglie di birra e noccioline americane.Vi siete persi in questo quadretto ? …è il momento di riprendervi armarvi di farina ed impastare per riprodurre questa fantastica bontà ! Per nulla complicata vi ammalierà con il suo sapore intenso tanto da indurre a mangiarne uno dietro l’altro ! Buon gusto ! 🙂

Continua a leggere

Fungo ripieno alle erbe in crosta di pasta sfoglia

Un fungo come secondo vegetariano molto buono (se proprio lo volete vegano lo infornate senza crosta ) costituito da pochi e semplici ingredienti, il sapore si basa quasi del tutto sulle erbe aromatiche e il fungo,la crosticina di pasta sfoglia completa il tutto,ma va bene anche la pasta brisèe . Vediamo di cosa abbiamo bisogno.

Continua a leggere

Sfogliatina Caprese

Cosa c’è di più magico di una ricetta del maestro Montersino ? … Da provare assolutamente (in doppia dose consiglio ) queste gustosissime friabili e profumate tartellette di pasta sfoglia,certo che se la pasta sfoglia poi è quella fatta da voi..ancora più prelibate ! Certo che se proprio non si può ci si accontenta di quella acquistata ..si procede velocemente et voilà in poco tempo un antipasto o un finger da aperitivo pronto subito.Molto più buono di come possa sembrare,il consiglio è quello di nn apporre sostituzioni del tipo pomodori pelati al posto dei pomodorini …formaggio al posto di mozzarella..;non perchè sia vietato o tasssativo intendiamoci,ogni ricetta può avere varianti,ma proprio perchè così è buonissima, senza contare che dei pomodori pelati,essendo più acquosi, bagnerebbero in modo eccessivo la pasta sfoglia.

Continua a leggere

Torta di rose salata

Chi non conosce la ormai conosciutissima dolce e briosciosa Torta di rose ! Bene questa è la versione salata da farcire a vostro piacere,io ho scelto il classico ripieno che mette tutti daccordo, il misto di salumi e formaggi,non è ciò che avrei preferito,non è stata molto personalizzata però non ho voluto rischiare l’insuccesso; la prossima di certo la preparerò secondo il mio desiderio 🙂 Il consiglio per voi ? … Farcitela con prosciutto,piselli e formaggio… o broccoli e salsiccia… tonno e pomodori.. cipolle …insomma date spazio al vostro gusto e fantasia ;sarà graditissima e non ve ne pentirete,i tempi di lievitazione non sono eccessivi ed il risultato è una pasta morbidissima e saporita .

Continua a leggere

Cannoli di pizza e cornucopie

La fantastica e meravigliosa pizza,buona in tutti i modi,in tutte le salse e in tutte le forme … che ne dite di questi finti cannoli ? Ho preso spunto da quelli dolci siciliani 🙂 Volendo potreste decorarli da un lato con i pomodorini e dall’altro con pistacchi tritati o foglie di basilico sminuzzate,oppure pezzi di peperoni verdi. Le cornucopie invece si preparano molto nelle pizzerie negli ultimi tempi,anche semplicemente fritte e usate come contenitore per fritturine miste,io l’ho realizzate a modo mio;simpatiche buone e belle da presentare,insomma ..non la solita pizza ! 😀

Continua a leggere

Focaccia Locatelli

La chiamano tutti così ormai,Focaccia Locatelli ma non togliamo il merito e la paternità a Federico Turri,il panificatore della locanda del famoso chef Giorgio Locatelli ,la ricetta la si può trovare su Made in Italy il libro di cucina scritto da Locatelli;ma torniamo alla protagonista dell’articolo,Lei la focaccia 🙂 Al richiamo di impasti e lievitati non so resistere ed ho dovuto provarla per appurarne la bontà e la veridicità per poi passare tutto come sempre a voi che mi leggete; spero vi fidiate anche stavolta ! L’impasto è intrigante oserei dire, perchè è un non impasto, ovvero basta mischiare un po’ gli ingredienti osservare pochi e brevi passaggi e in un’ora e mezza la vostra fragrante focaccia sarà pronta per essere addentata ed offerta ai vostri cari .Un risultato ottimo,soffice,e leggera con una bella crosticina,davvero un buon risultato in poco tempo,se considero che per ottenere lo stesso ci impiego molto più tempo;diventa eccezional !Farcitela con quello che più vi par,contorni di verdure,salumi ,formaggi è divina ! In caso rimanga qualche pezzo (dubito ) conservatelo in sacchetti per alimenti chiusi,il giorno dopo è ancora ottima,se preferite basta scaldarla sotto il grill,nel tostapane o su di una tostiera,sarà pronta per essere consumata ancora una volta.Io ho usato una teglia circa 34 x 34,consiglio una di misura inferiore di modo che risulti più alta.

Continua a leggere

Torta salata tonno e cipolle

Le torte salata o quiche come dir si voglia, se preferiamo la versione chic del termine, sono sempre tra le soluzioni mie preferite,fantasiose e gustose consentono sempre mille versioni dagli ortaggi al pesce,dalla carne ai formaggi,aromatizzate con spezie o piante aramotiche,i risultati sono sempre,o quasi, assicurati e quella crosticina che si forma in superficie poi.. è gradita un po’ da tutti cosa non irrilevante! Questa volta è in versione più estiva diciamo,al tonno e cipolle,ingredienti elementi che molto spesso vanno “a braccetto,il classico per eccellenza che nella bella stagione la fa da padrone nelle insalte più svariate,infatti i consumi del tonno soprattutto sotto olio salgono vertiginosamente in estate. Io ho scelto del tonno al naturale per non appesantire il risultato,voi scegliete pure quello che gradite. Provate anche voi a cucinarla,si rivelerà anche comoda perchè non va mangiata calda,meglio aspettare che si freddi o intiepidisca in modo che rilasci tutto il suo sapore e perchè può costituire un piatto unico accompagnato da un contorno di verdure o una bella insalta mista ricca e fresca.Tagliata in porzioni piccole diventa stuzzichino da aperitivo o ottimo finger da buffet;preparato in monoporzioni tonde,saranno delle gradite tartellette da antipasto .

Continua a leggere

I Falafel

Di tanto in tanto si sa un giretto in oriente lo devo fare… spezie e ricette del medioriente,non solo, sono il mio debole 🙂 . Questa volta vi propongo gli squisiti Falafel di origine araba,da quando li ho assaggiati la prima volta è stato amore a primo morso ! Ormai sono molto conosciuti ed apprezzati anche in Europa dove sono stati introdotti dalle rosticcerie turche come alternativa vegetariana al kebab. Sono una pietanza molto semplice,costituita da crocchette fritte e speziate a base di legumi, tra cui i più utilizzati sono le fave, i ceci e i fagioli tritati con cipolla, aglio, cumino e coriandolo. I falafel sostituivano la carne nei giorni del digiuno dei copti egiziani. Il termine tradotto dal copto significava letteralmente ‘con tanti fagioli’.C’è da dire che non tutti i falafel sono uguali,come per tante pietanze, le ricette possono differire un po’ e quindi il risultato cambia,infatti le ho gustate in luoghi diversi e non sempre le ho apprezzate in pieno,a volte sembrava mancasse quel qualcosa di speciale a completarla.Questa ricetta è quella testata da me ,come tutte le ricette del resto ) e opportunamente lievemente modificata nelle proporzioni così ho raggiunto quell’esatto equilibrio di spezie che dona quella nota particolare e caratteristica ai falafel.Tanto per cominciare l’impiego dei ceci avviene a crudo,lo preciso così fugo ogni sorta di dubbio al riguardo altrimenti il risultato non è lo stesso sia come consistenza che come sapore,in secondo luogo meglio procurarsi le spezie che occorrono perchè ometterle significa non mangiare i gustosi falafel.Per il resto seguite le semplici istruzioni,sono molto veloci da preparare. Vanno consumati caldi e serviti accompagnati da verdure e salsa yogurt o salsa thaina (a base di sesamo ) Buon viaggio nel gusto ! 🙂

Continua a leggere

‘E scagliuozz’ napoletani – cibo da strada

Negli ultimi tempi sono un po’ sotto i riflettori i cosiddetti cibi da strada,ogni regione ne ha di gustosi e ghiotti,e Napoli ne è particolarmente ricca; ‘E scagliuozz ‘ (Gli scagliozzi di farina di mais ) sono tra questi; è un prodotto presente anche in altre cucine d’Italia e nel capoluogo partenopeo è onnipresente nelle friggitorie e costituisce insieme a zeppole,crocchè,panzarotti,melanzane in pastella… il classico cuoppetiello che si consuma passeggiando. é preparato polenta stesa e fattta essiccare in modo da poterla friggere e renderla croccante senza che si sciolga. Fragranza e gusto sono assicurati ! Ma vediamo come prepararli in casa 🙂

Continua a leggere

Involtini di pancarrè dorati ripieni

E’ simile ad una moda quella di questi involtini dall’aspetto così invitante e visto la rapidità e la facilità dell’esecuzione, nonchè la reperibilità degli ingredienti che oltre ad avere spesso in frigo si possono facilmente sostituire con quello che si vuole; non potevo non proporvela dopo averla provata con del prosciutto e provola,ma sono così buoni che vi suggerisco con sicurezza di provare anche con degli ortaggi e magari di infornarli invece di friggerli,spruzzateli di olio e passateli in forno a dorare se proprio preferite astenervi dalla frittura.Vediamo come si procede, così ne farete in quantità, dopo averli assaggiati ve li chiederanno molto spesso ! Provateli anche dolci ! Farciti con cioccolato spalmabile

Continua a leggere